Come aiutare l’organismo ad affrontare l’autunno

Con l’arrivo dell’autunno il nostro organismo può manifestare sintomi come stanchezza, sonnolenza e cefalea. Un buon stile di vita ed una alimentazione salutare possono essere di grande aiuto per superare il periodo e far scorta di energie.

Il maggior tempo che trascorriamo in autunno ed in inverno in spazi confinati influisce notevolmente sul nostro umore e sulle energie globali che abbiamo a disposizione. Inoltre, il mese di settembre è un periodo molto impegnativo, in quanto, in Italia, segna il ritorno alla normalità, alla routine quotidiana, fatta di lavoro e responsabilità ed anche stress.

Lo stress non è certo un buon compagno di viaggio, quindi la prima cosa a cui pensare è quella di disfarsene. In natura, lo stress ha lo scopo di aiutare nelle situazioni di pericolo, attivando una serie di meccanismi fisiologici che permettono di avere maggiore forza e resistenza. Se è tanto importante nelle situazioni di reale pericolo, non lo è nella quotidianità, tanto da compromettere il nostro benessere psicofisico.

Praticare uno sport o semplicemente camminare a passo veloce è utile a scaricare la tensione accumulata durante la giornata e a liberare la mente; bastano 30 – 40 minuti tre volte a settimana per ritrovare un poco di serenità e rimanere in forma.

Un importantissimo ruolo per ritornare in piena forma lo gioca la qualità del sonno. Un sonno ristoratore è di grande supporto per la memoria e per il nostro umore.

Ma cosa mangiare nel cambio stagione?

Il cambio di stagione è sicuramente uno dei momenti migliori per depurare il l’organismo, difenderlo dall’inquinamento e aumentare le difese immunitarie.

Ecco alcuni alleati per fare un “pieno di salute”:

  • fonti naturali di vitamina C: agrumi, peperoni rossi, cavolfiori, cipolle, spinaci, prezzemolo, kiwi, ananas, verze, frutti di bosco. Grazie ai suoi forti poteri antiossidanti, la vitamina C innalza le barriere del sistema immunitario. Il suo apporto, inoltre, è fondamentale per neutralizzare i radicali liberi.
  • fonti naturali di vitamina A: tutti i vegetali di colore giallo e arancio come carote, pomodori, arance, banane, zucca, patate, aglio, invidia, lenticchie. Combatte l’ipertensione arteriosa, protegge i polmoni dall’inquinamento e dal fumo, protegge la vista, contrasta l’invecchiamento di tutte le cellule, mantiene in buono stato la nostra pelle e le mucose.
  • fonti naturali di vitamina E: tutte le verdure a foglie verdi, germe di grano, legumi. Presenta analogie con la vit. A. Inoltre aiuta a ridurre i grassi nel sangue.

Vitamina C, A ed E, sono tutte vitamine antiossidanti che aumentano, integrandosi, le nostre difese immunitarie.

Cibi d’autunno

La zucca è la regina della stagione. È così buona e versatile che puoi sfruttare le sue proprietà nutritive dallo spuntino di metà mattina fino al dolce del dopocena. Povera di zuccheri, ma ricca di acqua, vitamine A ed E, beta carotene e tanti minerali, la zucca è l’ingrediente ideale per preparare vellutate, contorni sfiziosi, torte salate e dolci da consumare comodamente anche in ufficio.  I semi di zucca tostati e non salati, poi, sono uno stuzzicante snack da sgranocchiare quando vuoi.

Qui puoi trovare l’ottima crema di zucca, sesamo e zenzero.

Crema di zucca, sesamo e zenzero